Foto: agire per le persone

La solidarietà è da sempre un valore fondamentale per il Gruppo Ferrovie dello Stato Italiane, concretamente impegnato nella realizzazione di progetti e iniziative a favore delle persone disagiate. D’intesa con l’associazionismo e gli Enti locali, il Gruppo ha fatto propria una politica di sostegno e programmazione per iniziative sociali nelle aree ferroviarie. Sta nascendo, infatti, a partire dalle stazioni, un nuovo sistema di welfare collaborativo, basato sul principio di sussidiarietà circolare: si tratta di una nuova forma di collaborazione tra diversi soggetti (pubblico, privato e Terzo settore). L'approccio è quello della connessione e dell'aiuto reciproco, all'interno di una comunità e non più semplice erogazione di servizi.

L’emergenza sociale, derivante sia dal protrarsi della crisi economica in atto sia dall’acuirsi dei flussi migratori, investe tutto il territorio nazionale, concentrandosi in particolare nelle stazioni ferroviarie. Il progetto di solidarietà degli Help Center, promosso e realizzato in collaborazione con gli enti locali e il Terzo settore, rappresenta la risposta del Gruppo FS Italiane al crescente fenomeno di disagio sociale.

Gli Help Center sono sportelli di ascolto “a bassa soglia”, privi cioè di un filtro all’ingresso, nati con l’obiettivo di intercettare e prendere in carico i più deboli della nostra società al fine di avviarli verso degli efficaci percorsi di recupero, collaborando con i servizi sociali e le istituzioni preposte. Si tratta di un nuovo modello di intervento sociale, che si accompagna a una nuova interpretazione del concetto di responsabilità sociale (Corporate Social Responsibility). La CSR è, quindi, sempre più orientata verso la creazione di valore condiviso (Corporate Shared Value): il creare valore per l’impresa che sia anche valore per tutti gli stakeholder di riferimento, per la comunità e per i territori.

La Carta Europea della Solidarietà è un documento ispirato dal Trattato di Lisbona, nel quale si riconoscono le imprese operanti nel settore della mobilità ferroviaria, dei trasporti urbani, le associazioni e le istituzioni firmatarie. I partner aderenti  hanno mostrato di condividere la stessa visione dell'impegno civico e sociale, in particolare per quanto riguarda le modalità di gestione del disagio sociale in vigore nelle imprese ferroviarie.

Insieme a importanti istituzioni di riferimento e associazioni di settore, il Gruppo FS Italiane sviluppa iniziative di solidarietà e campagne di sensibilizzazione volte a supportare temi di attualità come la salvaguardia della salute dell'infanzia, la prevenzione del rischio di abbandono e dispersione scolastica, la promozione della salute e la tutela della donna. 

Risultati raggiunti nel 2018

  • 100 interventi per il miglioramento dell’accessibilità in stazione.
  • Processo partecipato con associazioni di persone disabili per rendere accessibile l’app Nugo.
  • Coinvolgimento associazioni di persone a mobilità ridotta durante il roadshow dei nuovi treni regionali Pop e Rock.
  • Completamento dell’app Sala Blu+ per la prenotazione dei servizi di assistenza in stazione alle persone a mobilità ridotta.
  • Oltre 350mila interventi di supporto e assistenza alle persone a mobilità ridotta erogati nel 2018.
  • Prese in carico circa 20.700 persone in difficoltà.
  • 90.000 interventi di supporto e orientamento sociale verso i servizi cittadini.
  • Apertura nuovi centri di accoglienza a supporto degli Help Center sorti all’interno di locali ferroviari dismessi.
  • Quasi 14.000 m² concessi in comodato d’uso gratuito per attività sociali.
  • Carta Europea della Solidarietà: inclusione di soggetti non ferroviari, anche extra - europei, che hanno sottoscritto Patti Paralleli di Sostegno.
  • 3 progetti europeiHope in stations, Work in stations e Train in stations.
  • Progetto TopRail per promuovere il turismo ferroviario.
  • Firma MoU tra UIC, Fondazione FS e Commissione Europea per il progetto Discovery EU.
  • Partecipazione a Fa’ la cosa giusta! Durante la fiera sugli stili di vita sostenibili sono stati presentati i progetti di recupero e valorizzazione delle infrastrutture ferroviarie e l’Accordo di Programma per gli ex-scali ferroviari di Milano.
  • Due campagne di raccolte fondi nel 2018: “Condividi anche tu” in collaborazione con il Banco Alimentare e “Il loro futuro nelle tue mani” insieme ad ActionAid.
  • Progetto “Treno solidale”: donazioni di biglietti ferroviari gratuiti per le persone in stato di grave disagio sociale per permettere loro di raggiungere i propri familiari o strutture sanitarie o di accoglienza o per partecipare a corsi di formazione e di inserimento lavorativo. 
  • Frecciarosa, iniziativa dedicata alla cura e alla prevenzione delle malattie del seno e all’educazione di corretti stili di vita.
  • Treno dei bambini: un Frecciarossa ha portato oltre 400 bambini provenienti dalle periferie di Roma e Milano in Vaticano.
  • Festival della Cultura Paralimpica: tre giorni di dibatti e testimonianze sul mondo della disabilità.

Gli obiettivi per il 2019

  • Corsi di formazione per il personale ferroviario sul disagio sociale in stazione.
  • Apertura nuovi Help Center a Rovereto e Viareggio.
  • Ampliamento locali Help Center di Pescara e Messina.
  • Valutazione apertura Help Center a Terni, Cagliari, Livorno, Montecatini, Grosseto.
  • II TopRail Forum al Museo di Pietrarsa.
  • Campagna raccolta fondi in occasione dei 10 anni dell’Alta Velocità in Italia.
  • Continuazione del progetto Treno Solidale.
  • Riuso sociale delle stazioni ferroviarie impresenziate e delle linee dismesse.
  • Realizzazione di opere di street art per la riqualificazione della zona di Roma Termini.
  • Accordo con Garante detenuti di Firenze per la realizzazione di un progetto pilota di formazione professionale.

 Fonte: Rapporto di Sostenibilità 2018