Nodo AV Firenze

Nodo AV Firenze

ll passante della nuova linea Alta Velocità/Alta Capacità si sviluppa per circa 7 chilometri  dalla stazione di Campo di Marte dove si immette in galleria per poi riemergere in superficie nella zona del viale XI agosto, fra le stazioni di Rifredi e Castello. 

Lungo il tracciato in sotterraneo verrà realizzata la nuova stazione AV/AC Firenze Belfiore, progettata dallo studio di architettura Foster e dalla società di ingegneria Ove Arup & Partners. La stazione, servita dai treni AV, sarà interconnessa con la stazione di Santa Maria Novella e con l'intera area urbana circostante grazie a diverse modalità di trasporto: il nuovo people mover che opererà tra la nuova stazione e Santa Maria Novella, la linea 2 del sistema tramviario cittadino già in esercizio e la nuova fermata ferroviaria di superficie denominata Circondaria.

Passante

Il sistema delle gallerie naturali di linea è costituito da due gallerie a semplice binario che presentano un andamento pressoché parallelo, per poi avvicinarsi in corrispondenza delle zone di imbocco. All’incirca a metà tracciato confluiscono nel camerone della Stazione AV. Le gallerie a semplice binario, connesse fra loro da by-pass per la sicurezza ogni 500m, verranno eseguite mediante fresa a pressione del fronte (TBM-EPB).

Firenze Belfiore

La stazione è destinata a diventare il principale nodo di interscambio cittadino e regionale, ospitando  i treni veloci che corrono tra Milano e Roma e rappresentando un hub integrato di trasporto: una struttura innovativa di interscambio ferro-gomma, che sarà collegata alla stazione di Santa Maria Novella e al centro storico di Firenze.

Il progetto avrà una “distribuzione verticale”: lo spazio interno è aperto a tutta altezza rendendo visibili i treni fin dalla superficie e garantendo l'illuminazione naturale delle banchine. Scale mobili e tapis roulant inclinati, attraverso percorsi segnati da diverse gradazioni di luce naturale e artificiale, collegano il piano del ferro (25 metri sotto il livello stradale) al piano terra e al piano sopraelevato degli spazi commerciali.

I vantaggi

  • Riduzione dei tempi di percorrenza per i servizi AV che attualmente effettuano fermata nella stazione di Santa Maria Novella;
  • Miglioramento della regolarità della circolazione del nodo grazie alla separazione dei flussi lunga percorrenza, regionali e merci;
  • Liberazione di capacità nella tratta Firenze Rifredi – Firenze Campo di Marte nonché a Firenze Santa Maria Novella per lo sviluppo del sistema ferroviario metropolitano della Città di Firenze e regionale in linea con le previsioni di Accordo con Regione Toscana;
  • Istituzione di nuovi servizi con fermata nella stazione di Firenze Belfiore AV.
100 km/h velocità massima
7,47 km totali
2,735 mld € di investimenti

Avanzamento lavori

Ecco i dettagli dello stato di avanzamento lavori per il nodo AV di Firenze:
  • Progetto
    Dal 2005
  • Permessi
    Dal 2005
  • Gare
    Dal 2006
  • Avvio lavori
    Dal 2007
  • Fine lavori
    Dal 2026

Sottoattraversamento e Stazione AV Firenze - Sottoattraversamento e Stazione AV Firenze

Fase avanzamento: LAVORI
  • Data fine progettazione: 2005 (1)
  • Data fine iter autorizzativo: 2005
  • Data pubblicazione gara: 2006 (2)
  • Data avvio lavori: 2007 (3)
  • Data fine lavori: 2028

(1) Aggiornato nel 2022

(2) A seguito del fallimento della società Nodavia una nuova gara è stata  pubblicata e aggiudicata nel corso del 2022 

(3) I lavori sono stati interrotti nel 2018 a seguito del fallimento della società Nodavia e riavviati nel 2020 con il subentro di Infrarail Firenze Srl, società di scopo appositamente costituita ed interamente controllata da RFI.