Treno Verde 2018

Grafica: Treno Verde 2018

La campagna di Legambiente e Gruppo Ferrovie dello Stato Italiane 

Torna sui binari il Treno Verde, la campagna itinerante di Legambiente e del Gruppo Ferrovie dello Stato Italiane dedicata quest’anno al futuro 100% rinnovabile. In poco più di un mese, il Treno toccherà 12 città italiane per informare e condividere con i cittadini le buone pratiche da adottare per dare una risposta efficace alla drammaticità dei mutamenti climatici.

L’obiettivo del viaggio è chiedere all’Italia di svolgere un ruolo da leader in Europa sul clima, a partire dall’approvazione di un ambizioso pacchetto di obiettivi al 2030 in modo da traghettare il nostro Paese verso la decarbonizzazione.

Per ciascuna tappa il Treno Verde ospiterà le scolaresche, gli amministratori locali e le imprese impegnate nell’innovazione al fine di garantire un futuro sempre più smart&green. FS Italiane coinvolgerà, durante alcune tappe delle start up, chiamate a presentare il proprio progetto sui temi mobilità sostenibile ed efficienza energetica.

Le carrozze del Treno Verde

Come ogni anno, il Treno Verde ospiterà a bordo una mostra interattiva dedicata ad adulti e bambini che aiuterà a stimolare la riflessione sulle sfide future rispetto al tema delle energie rinnovabili. Il 2030 rappresenta, infatti, una data fondamentale per segnare la fine dell’era delle fonti fossili. Il Treno è composto da 4 carrozze:

  • nella prima carrozza, si mostrerà con esempi concreti come sia possibile generare energia grazie ad una produzione integrata e distribuita da fonti naturali, dal sole al mare, dal vento all’energia del sottosuolo.
  • nella seconda carrozza sarà invece possibile toccare con mano l’importanza dell’efficienza energetica, la prima fonte di energia rinnovabile ed il mondo della mobilità sostenibile ed elettrica.  
  • nella terza carrozza “Ecopneus per il clima” sarà la scenografia per un’analisi organica rivolta al rapporto tra l’energia e il riciclo come recupero di materia prima, mettendo così in luce lo strettissimo legame che esiste tra energia, materiali e nuove tecnologie per rendere entrambi più efficienti e meno impattanti dal punto di vista ambientale.
  • nella quarta carrozza sarà possibile degustare i prodotti alimentari realizzati solo grazie all’uso delle energie rinnovabili.

«Lo sviluppo della sostenibilità ambientale e l’avvio di azioni per arrivare ad azzerare le emissioni in atmosfera di CO2 sono per il Gruppo FS Italiane, oltre che un dovere etico, priorità da affrontare per la competitività e la crescita economica del sistema Paese»

GIOIA GHEZZI, PRESIDENTE GRUPPO FS ITALIANE - INAUGURAZIONE TRENO VERDE

Il Treno Verde 2018 guarda al 2030

Dal 2018 al 2030 il passo è breve e l’Italia e l’Europa hanno ancora molta strada da fare. Una scelta oggi non più rimandabile, alla luce dell’avanzare dei mutamenti climatici e della drammaticità dei loro effetti sul Pianeta. Una scelta obbligata, che segnerà finalmente l’inizio dell’era di una generazione distribuita e pulita, con rinnovabili, smart grid, efficienza e mobilità sostenibile di cui l’Italia custodisce già significative esperienze e know how.

Le tappe

Grafica: le tappe del Treno Verde 2018

L'impegno del Gruppo FS Italiane

Il Gruppo FS Italiane lavora costantemente per migliorare le proprie performance ambientali. L’obiettivo è quello di contribuire a sviluppare l’impronta ecologica delle attività industriali, produttive e dei servizi, individuando le migliori e più innovative soluzioni per rendere sempre più efficienti ed efficaci i processi industriali. Con il Piano industriale 2017-2026, incardinato su cinque pilastri (infrastrutture integrate, mobilità integrata, digitalizzazione, logistica integrata ed espansione internazionale), l'azienda si impegna a creare sinergie fra attori, tecnologie ed infrastrutture per favorire lo shift verso modalità di spostamento più efficienti e meno inquinanti per passeggeri e merci.

Inoltre, nel prossimo decennio, FS Italiane vuole proporsi come soggetto promotore di un nuovo sistema di mobilità che favorisca l’integrazione di tutte le modalità di trasporto, in un’ottica di sostenibilità sociale, economica e ambientale. Questa è la vision alla quale tutte le attività del business stanno concorrendo.

CONDIVIDI:
Condividi su Linkedin