Dal 20 al 23 novembre 2018 a Roma Tiburtina si è tenuto il Festival della Cultura Paralimpica

Dal 20 al 23 novembre 2018, presso la stazione di Roma Tiburtinahub ferroviario frequentato ogni anno da circa 50 milioni di persone, si è tenuto il Festival della Cultura paralimpica: quattro giornate di mostre, performance, proiezioni, dibattiti con un focus sullo sport paralimpico, la disabilità e lo sport inteso come strumento di inclusione sociale.

Grazie alla collaborazione tra FS Italiane e il Comitato Italiano Paralimpico da oggi sarà più facile favorire l’accessibilità alle persone a ridotta mobilità nelle stazioni ferroviarie, a bordo treno e nelle attività sportive. Infatti, in virtù dell’accordo sottoscritto lo scorso 6 novembre a Roma, alla presenza di Gianfranco Battisti AD e DG del Gruppo FS Italiane e Luca Pancalli Presidente del CIP, il Gruppo FS si è impegnato concretamente a promuovere la parità e l’uguaglianza nell’accesso ai servizi ferroviari e alle pratiche sportive.

L’accordo è il proseguimento della collaborazione avviata nel 2017 in occasione della presentazione degli “Ambasciatori dello Sport Paralimpico” del CIP. L'iniziativa, sostenuta da FS Italiane, vede gli atleti più rappresentativi del movimento paralimpico italiano impegnati a promuovere nelle scuole, negli ospedali e non solo, lo sport come strumento di promozione culturale e di integrazione sociale.

Il Festival della Cultura Paralimpica è promosso dal Comitato Italiano Paralimpico - Ente pubblico che si occupa di sport per le persone con disabilità – con il sostegno e la collaborazione di INAIL, Ferrovie dello Stato Italiane, Grandi Stazioni Retail, il patrocinio della RAI e il contributo di Mediobanca, ENI, Toyota, Fondazione Terzo Pilastro Internazionale, SuperAbile Inail. Quest'anno il programma dalla manifestazione prevede circa 30 appuntamenti e la partecipazione di oltre 100 ospiti 1.000 studenti provenienti da tutta Italia. 

Dal 2016 investimenti di circa 500 milioni di euro in 100 stazioni italiane

Allo scopo di migliorare l’accessibilità delle stazioni ferroviarie, il Gruppo FS, attraverso Rete Ferroviaria Italiana, è impegnato attraverso azioni concrete tra cui: l’innalzamento dei marciapiedi per facilitare l’entrata e l’uscita dai treni, l’installazione di ascensori e percorsi tattili; l’attivazione del circuito Sala Blu per l’assistenza alle persone a ridotta mobilità, anche temporanea, e con disabilità; l’eliminazione delle barriere architettoniche.

Inoltre, i nuovi treni regionali Rock e Pop, in servizio dal 2019, sono stati progettati nel rispetto delle esigenze delle persone con disabilità e a ridotta mobilità grazie al prezioso contributo delle Associazioni di riferimento.