Bussoleno-Avigliana-Orbassano

Bussoleno-Avigliana-Orbassano

Il progetto prevede la realizzazione di una nuova linea in variante di tracciato da Avigliana allo scalo di Orbassano, per uno sviluppo complessivo di circa 24 km di cui circa 17 km in galleria. Sono previsiti inoltre interventi preliminari di rifunzionalizzazione dello scalo di Orbassano e il potenziamento prestazionale della linea esistente Bussoleno - Avigliana attraverso il potenziamento tecnologico, l'adeguamento alle specifiche tecniche di interoperabilità, la soppressione di alcuni passaggi a livello, la realizzazione di due nuovi posti di movimento nonchè il risanamento acustico della tratta.

Per il completamento dell’opera è stato nominata come Commissaria Straordinaria di Governo Calogero Mauceri.

I vantaggi

  • Il progetto consentirà un incremento complessivo di capacità passando da 10 treni/ora/direzione dell'attuale linea a 20 treni/ora/direzione sul complesso delle due linee.
  • Verrà migliorata anche la regolarità della circolazione attraverso la specializzazione dei traffici sulle due linee.
  • Per i treni Lungo Percorso che percorreranno la nuova linea potrà conseguirsi anche una riduzione dei tempi di percorrenza.
  • Possibilità di gestire treni di lunghezza fino a 750 metri nell'impianto di Torino-Orbassano.
220 km/h velocità massima
24 km totali
1,913 mln € di investimenti
Ecco i dettagli dello stato di avanzamento lavori per la Bussoleno-Avigliana-Orbassano:
*Dati in corso di aggiornamento
  • Progetto
    Dal 2022
  • Permessi
    Dal 2022
  • Gare
    Dal 2022
  • Avvio lavori*
    .
  • Fine lavori
    Dal 2026

PRG Orbassano

Fase avanzamento: PROGETTAZIONE

  • Attivazione: dal 2027 per fasi

Avigliana-Orbassano - (Bivio Pronda)

Fase avanzamento: PROGETTAZIONE

  • Data attivazione: con tempistiche coerenti con la messa in servizio del Tunnel di Base (2032)

Adeguamento linea storica Bussoleno-Avigliana - Adeguamento linea storica Bussoleno-Avigliana

  • Data attivazione: dal 2027 per fasi

Le ordinanze

* Le Ordinanze saranno pubblicate anche sul sito del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti.

Contattaci