A Pietrarsa il convegno "La sfida dell’internazionalizzazione"

Presente anche Gioia Ghezzi, Presidente del Gruppo FS Italiane

Portici, 15 giugno 2017


FS Italiane torna ad approfondire il tema dell'internazionalizzazione, uno dei pilastri fondamentali del Gruppo. Ieri, infatti, nella splendida cornice del Museo Nazionale Ferroviario di Pietratrsa, si è svolto il convegno "La sfida dell'internazionalizzazione".

Ad aprire i lavori la Presidente Gioia Ghezzi, cui sono seguiti i contributi della Professoressa Paola Severino e del Professor Matteo Caroli che hanno analizzato il pillar dell'internazionalizzazione in ottica giuridica e aziendale.

Il Piano Industriale di Ferrovie dello Stato italiane prevede che si quadruplichi l’attività all'estero, soprattutto in termini di fatturato: dal miliardo di oggi a 4,2 nel 2026. Circa 2 miliardi dovrebbero provenire dalla espansione delle attuali attività all'estero, oltre 2,2 mld da nuove attività. Questo permetterà a FS di passare dall'attuale 13% al 23% dei ricavi dall'estero.

"La sfida di FS sui mercati esteri è uno degli obiettivi prefissati e da perseguire senza indugi" ha detto la Presidente. "Un punto di forza è rappresentato dal fatto che l’Italia è uno dei sette paesi al mondo ad avere l'alta velocità. Tra questi siamo i migliori, il nostro Gruppo ha grandissime abilità di gestione di progetti complessi e pluriennali e una grandissima professionalità. Abbiamo tanto da dare, e questo viene riconosciuto da quando abbiamo reso esplicita la nostra intenzione di muoverci all' estero: il numero di richieste, competenza, dialogo e progettazione è cresciuto esponenzialmente".

Ospiti dell'incontro, moderato da Andrea Vianello, sono stati Carlo Carganico, AD di Italferr, Enrico Cereda, General Manager IBM Italia, Stefania Brancaccio, Vicepresidente Coelmo, Alessandro Talotta, Chairman di Telecom Italia Sparkle e Maurizio Manfellotto, CEO di Hitachi Rail Italy.





Condividi:
Condividi su Google Plus
Ferrovie dello Stato Italiane