Rifiuti


L’impegno del Gruppo nel ridurre la produzione di rifiuti è confermato dall’analisi degli indicatori che registrano un trend decrescente negli ultimi due anni: i rifiuti prodotti nel 2015 sono diminuiti dell’1,5% rispetto allo scorso anno e del 4,8% rispetto al 2013. La razionalizzazione e il miglioramento delle attività relative alla gestione dei rifiuti, promosse nell’ambito dei sistemi di gestione implementati dalle società del Gruppo, garantiscono, inoltre, il minor impatto ambientale possibile attraverso il recupero dei rifiuti speciali prodotti, pari al 96% nel 2015.

Analizzando i dati relativi alle società RFI e Trenitalia, le quali contribuiscono per il 97,2% al valore complessivo del Gruppo, si evince che:

  • RFI, responsabile della produzione dei rifiuti speciali del Gruppo per oltre il 78% del totale, ha registrato un aumento di circa il 20% rispetto al 2014 determinato dall’incremento della attività di manutenzione della rete infrastrutturale;
  • Trenitalia ha ridotto la produzione dei rifiuti speciali di oltre il 46% rispetto al 2014. In particolare, la riduzione delle campagne di demolizione di carri ferroviari per il trasporto merci ha determinato il conseguente calo di rifiuti speciali non pericolosi prodotti (identificati come rifiuti costituiti da veicoli fuori uso).

 

Rifiuti prodotti dal Gruppo Ferrovie dello Stato Italiane 2015 2014 2013 UM
Rifiuti assimilabili agli urbani 3.266 4.442 2.470 t
di cui raccolta differenziata 1.413 2.606 1.177 t
Rifiuti speciali non pericolosi 154.738 168.873 180.327 t
Rifiuti speciali pericolosi 54.720 42.572 40.689 t
Totale rifiuti prodotti 212.724 215.887 223.485 t
Rifiuti inviati a destinazione finale dal Gruppo Ferrovie dello Stato Italiane 2015 2014 2013 UM
Totale rifiuti speciali 209.376 211.299 222.460 t
di cui inviati a recupero 96% 94% 92%  


Le società del Gruppo hanno altresì rafforzato i sistemi di raccolta dei rifiuti assimilabili agli urbani che derivano da attività proprie e dei propri clienti o fornitori.

Condividi:
Condividi su Google Plus
Ferrovie dello Stato Italiane