La stazione Napoli Afragola

La struttura sinuosa riconduce, astrattamente, all’immagine di un moderno treno in corsa

Diventa realtà il grande progetto architettonico di Zaha Hadid.

La nuova stazione di Napoli Afragola, a partire dall’11 giugno 2017 accoglierà ogni giorno 18 coppie di treni ad alta velocità che collegheranno il nuovo scalo con tutte le principali città della dorsale Torino – Salerno, oltre che con Venezia e Reggio Calabria.

E non solo. Napoli Afragola integrerà i collegamenti da Napoli Centrale, perché 32 treni su 36 fermeranno in entrambe le stazioni, servendo bacini d’utenza e territori complementari ma diversi tra loro. Ci vorranno solo 55 minuti per raggiungere Roma Termini, mentre resteranno invariati i tempi di viaggio tra la stazione Centrale e la Capitale (1h 10’).

La stazione diventa così polo strategico del sistema di trasporti regionale e nazionale, una splendida opera da ammirare nella sua bellezza architettonica, cogliendo una decisiva occasione per ridisegnare e riqualificare il territorio circostante.

Il progetto di Zaha Hadid per la nuova stazione Napoli Afragola risponde alle esigenze ingegneristiche e architettoniche di FS Italiane, sposando il concetto di stazione non più semplice area di passaggio dei viaggiatori, ma spazio civico dove le persone potranno incontrarsi, circondate dell'armonia di questa struttura.

I numeri della stazione

Il corpo centrale della stazione è lungo 400 metri e scavalca i binari come un grande ponte, sviluppandosi su una superficie di 30mila metri quadrati su 4 livelli. L’investimento economico per l’appalto relativo a questa prima fase è di 60 milioni di euro.

ll progetto prevede inoltre una superficie esterna di circa 150mila metri quadrati caratterizzati da aree verdi, un parcheggio per circa 1.400 posti auto (a opera ultimata), e 53 posti dedicati a taxi e kiss&ride che beneficiano anche di una corsia dedicata. Sono previsti 15 stalli per la sosta degli autobus urbani ed extraurbani.

Un'infrastruttura che dal 2022 diventerà un vero polo per l'intermodalità, grazie all'integrazione ferro-ferro tra i collegamenti a lunga percorrenza e le linee regionali di prossima realizzazione: la Napoli-Cancello-Frasso Telesino e il prolungamento della Circumvesuviana. A regime, l’hub servirà un bacino urbano di circa 3 milioni di abitanti.
Guarda l'infografica


Una stazione innovativa e sostenibile

Nella progettazione è stato utilizzato un sistema solare termico dedicato alla produzione di acqua sanitaria e al riscaldamento invernale. Così come gruppi frigoriferi di tipo polivalente, che, nelle mezze stagioni e in tutte le circostanze in cui le temperature esterne non sono quelle massime, consentiranno rendimenti maggiori di quelli che si avrebbero con soluzioni tradizionali di raffreddamento.

L'utilizzo di questi due sistemi, oltre a comportare indubbi vantaggi energetici e svariate tonnellate di CO² non emesse in atmosfera, ha consentito di eliminare la produzione di fluidi mediante caldaie a metano, riducendo l’impatto ambientale.

Guarda la galleria su Flickr


La mostra in stazione

Da domenica 11 giugno a martedì 11 luglio, la stazione ferroviaria di Napoli Afragola ospiterà la mostra Architecture in Motion, dedicata ad alcuni dei progetti infrastrutturali, recentemente inaugurati o in via di completamento, realizzati da Zaha Hadid Architects in diverse parti del mondo.

Negli spazi della mostra, voluta dal Gruppo FS Italiane in sinergia con Zaha Hadid Architects, modellini in scala, animazioni video e testi descrittivi offriranno ai visitatori l’opportunità di conoscere più a fondo strutture come le stazioni Nordpark di Innsbruck, il terminal del nuovo aeroporto di Pechino, la stazione della metropolitana del distretto finanziario King Abdullah di Riyadh, il Terminal Marittimo di Salerno, oltre ovviamente alla stazione di Napoli Afragola, e le soluzioni tecniche che le contraddistinguono.

 

Scopri di più sulla mostra Architecture in Motion

Leggi su La Freccia l'articolo dedicato alla nuova stazione

Condividi:
Condividi su Google Plus
Ferrovie dello Stato Italiane