Renato Mazzoncini


Renato Mazzoncini

Amministratore Delegato e Direttore Generale del Gruppo Ferrovie dello Stato Italiane.

È nato nel 1968 a Brescia, è sposato e ha tre figli.

Laureato in Ingegneria elettrotecnica al Politecnico di Milano nel 1992.

Mazzoncini è impegnato nel settore dei trasporti pubblici dal 1992.

Ha iniziato la sua attività di progettista elettrotecnico nel settore ferroviario alla Transystem (gruppo Ansaldo Trasporti), dapprima su progetti di ristrutturazione di linee ferroviarie secondarie, poi, dal 1994, nel gruppo di tecnici del Consorzio Saturno incaricato di realizzare gli impianti tecnologici della nuova rete Alta Velocità. In particolare ha seguito il progetto di nuova alimentazione elettrica per le linee AV.

In ambito internazionale ha partecipato, tra il 1995 e il 2000, al team di progetto costituito da Ansaldo Trasporti per la realizzazione della metropolitana automatica di Copenaghen.

Nel 1997, a seguito dell’apertura del mercato del trasporto pubblico locale (legge Bassanini e decreto legislativo 422/97), è stato chiamato alla guida della società privata di trasporto gomma Autoguidovie (Gruppo Ranza), di cui nel 1998 ha assunto la direzione. Sotto la guida di Mazzoncini, Autoguidovie avvia un’importante crescita vincendo gare e acquisendo partecipazioni qualificate in aziende di trasporto pubblico di proprietà degli enti locali.

Negli anni successivi Mazzoncini ha ricoperto molteplici incarichi di CEO nei Consigli di amministrazione di società di trasporto pubblico locale pubbliche, private e miste.

Nel 2005 ha chiuso un accordo di joint venture societaria tra Autoguidovie e il colosso del trasporto pubblico francese Transdev (gruppo Caisse des Depots) del cui board ha fatto parte in rappresentanza dell’Italia fino al 2008.

Nel 2012 è stato da chiamato da Ferrovie dello Stato Italiane alla guida della neonata Busitalia. Nell’ambito di una rinnovata strategia del Gruppo FS Italiane nel trasporto pubblico locale è stato artefice della joint venture che tuttora lega Autoguidovie al gruppo FS Italiane, e si è impegnato, in qualità di CEO delle due società, nello sviluppo e nel consolidamento dell’operatore leader nazionale del trasporto pubblico locale in ambito gomma e metropolitano.

Tra il 2012 e il 2014 Busitalia ha triplicato le sue dimensioni acquisendo, tra l’altro, il controllo dell’azienda pubblica urbana di Firenze, prima grande privatizzazione italiana nel TPL, dell’azienda regionale umbra e dell’azienda urbana di Padova. A fine 2014 la joint venture Busitalia/Autoguidovie è riconosciuta come primo player italiano nel TPL, gestisce oltre 120 milioni di bus-km, alcune linee ferroviarie secondarie, sistemi urbani metropolitani e tranviari, funicolari e lacustri impegnando 5mila dipendenti e oltre 2mila mezzi di trasporto.

A dicembre 2015 viene nominato Amministratore Delegato e Direttore Generale di Ferrovie dello Stato Italiane.

Attualmente ricopre anche le seguenti cariche:

  • dal 1 dicembre 2015 vicepresidente dell'International Union of Railways (UIC);
  • dal 1 dicembre 2015 membro dell'European Management Committee di UIC Europa.

Condividi:
Condividi su Google Plus
Ferrovie dello Stato Italiane