Archivio Audiovisivi

L’archivio audiovisivi è un patrimonio documentario costituito da oltre 600 mila immagini tra lastre in vetro, nativo digitale, negativi, diapositive, stampe e da più di 6.000 cassette video fra filmati e girati

Di grande importanza il materiale che racconta la storia della ricostruzione attraverso le immagini delle grandi opere infrastrutturali (rete, stazioni, ponti, viadotti) e la documentazione della vita ferroviaria e delle più diverse attualità degli anni ’50 e ’60 (treni rapidi, moda, ricorrenze, viaggi di personalità, ecc.).



Le fonti documentarie conservate presso la Biblioteca e l’Archivio Audiovisivi sono state recentemente inserite in un progetto unitario di tutela e valorizzazione che prevede, tra l'altro, la creazione di un polo archivistico integrato che, in prospettiva, includerà altri bacini. 

Materiale diverso per tipologia e qualità (dalle raccolte ai volumi, dai documenti alle note, dalle foto ai video), ma con un processo di formazione unitario, strettamente legato alla nascita e allo sviluppo delle FS. 

La ricchezza e l’originalità dei materiali conservati presso i diversi siti rendono il patrimonio storico ferroviario unico nel suo genere e fondamentale per comprendere l’evoluzione storica, sociale ed economica del nostro Paese. 

Il documento di approfondimento illustra il processo di formazione e conservazione del patrimonio audiovisivo del Gruppo e le attuali consistenze.

Le richieste esterne di materiali sono limitate al mondo accademico, giornalistico ed istituzionale per finalità di carattere culturale e scientifico, previa valutazione da parte della struttura competente.

 

Condividi:
Condividi su Google Plus
Ferrovie dello Stato Italiane