Gruppo Ferrovie dello Stato

Home FS  |  Il Gruppo  |  FS News  |  Lavora con noi

Le stazioni

Le stazioni italiane cambiano volto. Non più solo luoghi di snodo per la mobilità urbana, ma anche ambienti accoglienti e sicuri dove incontrarsi, fare acquisti e riappropriarsi del proprio tempo. Centri di mobilità urbana e vere e proprie piazze per la città, con negozi, caffè e spazi di ritrovo.
La riqualificazione delle grandi stazioni ha visto accrescere il nostro valore confermato dai numeri: oltre 600 milioni di persone che ogni anno scelgono di avvalersi degli innumerevoli servizi presenti nelle stazioni, 1.500.000 mq di beni immobiliari. 
Milano Centrale, Torino Porta Nuova, Genova Brignole e Genova Piazza Principe, Venezia Mestre e Venezia S. Lucia, Verona Porta Nuova, Bologna Centrale, Firenze S.M. Novella, Roma Termini (“Best Practice Patrimoni 2007”), Napoli Centrale, Bari Centrale e Palermo Centrale sono i primi biglietti da visita del nostro Paese. Spazi urbani ridefiniti e ripensati per i viaggiatori ma anche per chi intende usufruire di servizi legati al cittadino sempre più ampi e all'avanguardia. Negozi, bar, ristoranti, uffici e magazzini. Nelle stazioni più grandi d’Italia è aperto un ventaglio di esperienze e proposte di shopping, tendenze, arte, cultura e benessere, tutti i giorni, tutto il giorno.

Per Torino Porta Susa, Roma Tiburtina, Firenze Belfiore e Napoli Afragola abbiamo selezionato i progetti attraverso concorsi internazionali a cui hanno partecipato le più grandi firme dell'architettura mondiale.
Duthilleul, Desideri, D’Ascia, Eisenman, Fuksas, Nelson, Nouvel, Pelli e Stanghellini sono alcuni dei nomi che stanno creando un nuovo linguaggio architettonico più aderente alla modernità della città.
Il nostro disegno progettuale non si ferma qui: prevede l’estensione degli stessi criteri di qualità alle 2.000 piccole stazioni e fermate della rete In questo contesto che prende corpo l’idea e la possibilità di trasformare e recuperare anche le aree dismesse e non più funzionali alle attività ferroviarie.

Spazi commerciali in stazione

Per le imprese, la stazione diventa un luogo privilegiato per intercettare una domanda sempre crescente e per aumentare la propria visibilità. Già nella fase di progettazione, sia per le nuove realizzazioni sia per le riqualificazioni, si tiene conto degli spazi da dedicare alle attività commerciali.
Sulla base del contesto urbanistico–architettonico, dell’analisi dei flussi e di specifiche analisi di marketing, vengono individuate le tipologie commerciali che meglio si adattano a ciascuna area di stazione. 
Un esempio per tutti è Roma Termini dove, in seguito alla riqualificazione della stazione, avvenuta nel 2000, e all’apertura del nuovo Forum Commerciale, i frequentatori sono aumentati di circa il 60%, da 250.000 a 400.000 al giorno. Contemporaneamente sono aumentati i giovani e le donne, passate dal 40% al 52%; il tempo medio di permanenza, da 15 a 34 minuti ed è variata la proporzione tra le diverse classi sociali. In crescita anche i frequentatori non viaggiatori interessati solo ai servizi offerti nella stazione: shopping, ristorazione, posta, banca, pronto soccorso, agenzie di viaggio, ecc.

Pubblicità in stazione

La trasformazione che vivono oggi le stazioni, da zone di frettoloso passaggio a poli urbani al servizio delle città, sta modificando radicalmente la qualità dei suoi frequentatori. Le opportunità per le imprese commerciali e di servizio fanno della stazione un luogo privilegiato per intercettare una domanda sempre crescente e per aumentare la propria visibilità.

Questo rinnovamento, che in diversa misura interessa la maggior parte delle stazioni siano esse grandi, medie e medio-piccole, è accompagnato da un’offerta specifica che i gestori commerciali delle stazioni, da Grandi Stazioni a Centostazioni alla stessa RFI, propongono in risposta alle diverse esigenze imprenditoriali.

Nelle grandi e medie stazioni alla pubblicità tradizionale si sono aggiunte nuove forme di comunicazione di grande impatto. I totem pubblicitari accolgono visitatori e viaggiatori nelle aree di passaggio, monitor di ultima generazione trasmettono in continuazione spot e informazioni commerciali, adesivi pubblicitari a terra e allestimento di stand temporanei e altro ancora completano l’offerta di spazi pubblicitari. Sulla base del contesto urbanistico–architettonico, dell’analisi dei flussi e di specifiche analisi di marketing, vengono individuate le tipologie commerciali che meglio si adattano a ciascuna area di stazione.

Per informazioni sulla pubblicità in stazione e/o per acquistare i prodotti disponibili, scrivere a:
pubblicita@grandistazioni.it

Organizza un evento in stazione

Le stazioni sono luoghi di pregio architettonico e di notevole bellezza. Ideali per ospitare eventi, convention, cene di gala. Ma anche set per riprese di film, videoclip, servizi moda e pubblicità. Le stazioni diventano così luoghi eletti dall’arte, rapiti alla fretta e riconsegnati alla cultura. La centralità, i numerosi collegamenti urbani ed extra urbani, il forte impatto visivo e l’alto valore architettonico degli edifici restituiscono “unicità” alle nostre stazioni, rendendole teatro di set cinematografici, sfilate di moda, meeting, cene di gala, concerti e mostre. Diverse aree all'interno di tutte le stazioni del network, sono disponibili per rendere le vostre idee grandi happening, sale storiche e monumentali, come il Padiglione Reale di Milano Centrale, la Palazzina Presidenziale di Firenze Santa Maria Novella, la Sala Gonin a Torino Porta Nuova, il Mezzanino Giallo a Roma Termini, sono ambienti di fascino avvolti da un’atmosfera particolare in un contesto esclusivo.

Se desideri scegliere una location per il tuo evento, individua la stazione che ti interessa potrai avvalerti della competenza di professionisti del settore. Per informazioni sugli ambienti disponibili per svolgere un evento o una ripresa cinematografica/fotografica, contattare la Funzione Vendite e Pubblicità al seguente indirizzo: ambientazioneventi@grandistazioni.it

Stazioni in comodato gratuito

Per le piccole stazioni a bassissima frequentazione, RFI si attiva per stipulare contratti di comodato d’uso gratuito con Enti Locali o associazioni no profit. Per attività sociali, culturali e di assistenza. Tali contratti prevedono la cessione dei locali di stazione non più funzionali all’esercizio ferroviario per destinarli ad attività sociali, culturali, di assistenza (tra cui, ad esempio, esposizioni artistiche, accoglienza turistica, ludoteca, riunioni di quartiere, protezione civile, vigili urbani, assistenza ai disagiati, pro-loco, etc.).

In cambio è richiesto che l’ente o l’associazione si faccia carico della piccola manutenzione, della vigilanza e della pulizia del fabbricato.

In questo modo la collettività viene arricchita di strutture di servizio e si garantisce un “presenziamento indotto” della stazione, con positivi effetti anche in termini di qualità e decoro.

Nella stessa prospettiva la capogruppo Ferrovie dello Stato sta studiando con le Regioni e le Province Autonome la possibilità di sottoscrivere contratti per l’affidamento in comodato degli immobili delle piccole stazioni, in un’ottica di investimento e qualità.

La durata ordinaria di un comodato è da 5 a 9 anni, salvo casi particolari in cui la durata può essere estesa a fronte di importanti impegni finanziari sostenuti dal comodatario per la ristrutturazione degli immobili affidati. Per ottenere una piccola stazione in comodato la richiesta deve essere indirizzata al responsabile territoriale di RFI che, in qualità di proprietario consegnatario del bene, verifica la compatibilità dell’operazione e definisce i contenuti/impegni di comodato. L’incarico di formalizzare il rapporto tra le parti è affidato alla società Ferservizi - Gruppo Ferrovie.

Stazioni gestite da Grandi Stazioni Spa

Bari Centrale, Bologna Centrale, Firenze S.M. Novella, Genova Brignole, Genova Principe, Milano Centrale, Napoli Centrale, Palermo Centrale, Roma Termini, Torino Porta Nuova, Venezia Mestre, Venezia S. Lucia, Verona Porta Nuova.

Stazioni gestite da Grandi Stazioni Ceska Repubblica Sro

Karlovy Vary, Marianske Lazne, Praga Centrale.

Stazioni gestite da CentoStazioni

Alessandria, Ancona, Aosta, Arezzo, Ascoli Piceno, Assisi, Asti, Barletta, Belluno, Benevento, Bergamo, Biella, Bolzano, Brescia, Brindisi, Cagliari, Campobasso, Caserta, Castelfranco, Catania, Catanzaro, Cesena, Chiavari, Chieti, Civitavecchia, Como, Cremona, Cuneo, Desenzano, Domodossola, Faenza, Ferrara, Foggia, Foligno, Forlì, Formia, Gallarate, Genova Sampierdarena, Gorizia, Grosseto, Imperia, Oneglia, La Spezia, L'Aquila, Lecce, Lecco, Livorno, Lodi, Lucca, Macerata, Mantova, Massa, Messina, Milano Lambrate, Milano Porta Garibaldi, Milano Rogoredo, Modena, Monfalcone, Monza, Napoli Campi Flegrei, Napoli Mergellina, Novara, Orte, Padova, Parma, Pavia, Perugia, Pesaro, Pescara, Piacenza, Pisa, Pistoia, Pordenone, Potenza, Prato, Rapallo, Ravenna, Reggio Calabria, Reggio Emilia, Rimini, Roma Ostiense, Roma Trastevere, Rovereto, Rovigo, Salerno, Sanremo, Savona, Siena, Sondrio, Taranto, Termoli, Terni, Trento, Treviglio, Treviso, Trieste, Udine, Varese, Ventimiglia, Verbania, Vercelli, Vicenza, Villa San Giovanni, Voghera.

Per tutte le altre stazioni

Aiuto  |  Mappa  |  Accessibilità Logo attestante il superamento, ai sensi della Legge n. 4/2004, della verifica tecnica di accessibilità.  |  Credits
© Gruppo Ferrovie 2008  |  Contatti  |  Note legali  |  Partita Iva 06359501001  |  Link