Help Center

Il primo grande progetto di solidarietà che abbiamo realizzato, in collaborazione con gli Enti locali e il Terzo Settore, per affrontare e contrastare i fenomeni di disagio sociale presenti nelle stazioni

Sono sportelli di ascolto situati all’interno e/o nelle zone limitrofe delle stazioni ferroviarie che orientano le persone in difficoltà verso i servizi sociali della città (centri di accoglienza, comunità terapeutiche, associazioni specializzate) per elaborare percorsi mirati di recupero e reinserimento sociale.
I centri sono affidati ad enti del privato sociale o gestiti direttamente dal Comune (L. 328/2000).

Per la creazione degli Help Center, concediamo locali all’interno delle stazioni o nei pressi delle stazioni ferroviarie, in comodato d’uso gratuito, ad associazioni ed enti che si occupano di marginalità e di emergenza sociale

Ad oggi gli Help Center presenti in modo capillare su tutto il territorio nazionale sono 16 e costituiscono una vera rete di supporto alla lotta al disagio sociale.

Dove sono

I primi due centri sono stati istituiti nelle stazioni di Roma Termini e Milano Centrale ai quali si sono aggiunti quelli di  Bologna, Chivasso, Torino, Genova Cornigliano, Trieste, Firenze Santa Maria Novella, Pescara Centrale, Napoli Centrale, Foggia, Melfi, Reggio Calabria, Messina, Bari, Catania e Trieste.

Sulla base degli scambi di buone pratiche tra le imprese ferroviarie che hanno firmato la Carta Europea della Solidarietà, altri Help Center sono stati aperti in Europa: in Lussemburgo, a Strasburgo, a Metz, alla Gare du Nord e de l'Est, a Bruxellese.

Maggiori informazioni su onds.it

Un Help Center in Lussemburgo

È stato inaugurato il primo marzo 2016 grazie alla collaborazione tra le imprese ferroviarie dei 12 Paesi europei aderenti alla "Carta della solidarietà" promossa da Ferrovie dello Stato Italiane. Maggiori info

 

Condividi:
Condividi su Google Plus