Gruppo Ferrovie dello Stato

Home FS  |  Il Gruppo  |  FS News  |  Lavora con noi

Memoriale della Shoah

la copertina della pubblicazione dedicata al Memoriale della Shoah Memoria storica, coscienza collettiva, convivenza civile: ovvero conservare, responsabilizzare e costruire. Questi i valori che il Memoriale della Shoah di Milano si propone di sostenere e gli intenti che intende perseguire sul tema del genocidio e della discriminazione. 

La posa della prima pietra dello scorso 26 gennaio 2010 rappresenta il terzo step del processo per la realizzazione del progetto: iniziato con la donazione, da parte di Ferrovie dello Stato, dei locali interni alla stazione centrale con ingresso da via Ferrante Aporti 3, proseguito con la creazione della Fondazione e la presentazione del progetto vincitore, si concluderà l’anno prossimo con la sua inaugurazione.

L’area era originariamente destinata al carico e scarico dei vagoni postali, sottostante il binario 21, dal quale centinaia di persone vennero deportate nei campi di concentramento e di sterminio tedeschi. All’ingresso sono stati posizionati due vagoni originali utilizzati per le deportazioni.
Tra tutti i luoghi che in Europa sono stati teatro di deportazioni è l’unico ad essere rimasto intatto: l’ambizione del progetto è, quindi, il recupero di uno spazio emblematico, di grande rilievo per la città e il territorio. 

Il percorso audivisivo

Due le zone previste, connesse ma distinte nella funzione: la prima è il vero e proprio Memoriale, la seconda è destinata a centro di studio e di approfondimento, presupposti indispensabili per favorire la convivenza civile. Nella prima parte risiederà un Osservatorio, con alcune posizioni di ricerca adiacenti i binari: da qui parte il percorso audiovisivo, con uno schermo in cui vengono proiettati video interattivi.

Segue una sequenza di ambienti, rialzati di mezzo metro: è la Sala delle testimonianze dei sopravvissuti, che è possibile ascoltare e vedere. Il percorso prosegue con l’area del Muro dei Nomi, uno schermo di proiezione su tutta la banchina sul quale scorreranno i nomi di tutti i deportati dalla stazione centrale ai campi nazisti.
Chiude il Binario della Destinazione ignota: nel vano di sollevamento dei vagoni un “periscopio” unirà idealmente passato e presente riflettendo nel Memoriale l’immagine di oggi, con i suoi treni e la sua quotidianità, del binario esterno da dove partirono i deportati.

Il progetto, che si sviluppa su due piani su una superficie di circa 7.000 m² è caratterizzato dal totale rispetto della morfologia originaria del luogo.

Per approfondire

Documenti

Link

Aiuto  |  Mappa  |  Accessibilità Logo attestante il superamento, ai sensi della Legge n. 4/2004, della verifica tecnica di accessibilità.  |  Credits
© Gruppo Ferrovie 2008  |  Contatti  |  Note legali  |  Partita Iva 06359501001  |  Link